Questo Bando non sa da fa’

Sarà l’esuberanza per quei 64 milioni di euro vinti alla lotteria delle caparre perdute,

sarà che l’Italia non andrà ai mondiali e che il popolo italiano in qualche modo lo devi intrattenere, ma il vero calcio-champagne la Lega lo sta giocando adesso con l’incredibile storia dei diritti TV.

Liquidata Mediapro, alleggerita come niente fosse di 64 milioni di euro, l’assemblea dei presidenti della Lega di Serie A ha finalmente approvato il piano di vendita dei diritti tv 2018-2021. Ed è tutto un programma.
ADDIO A 90° MINUTO

Le 2 novità introdotte dai presidenti della LEGA sono così sconvolgenti che modificheranno il modo di vivere il calcio in tv.
La prima novità: Il campionato sarà commercialmente diviso e venduto in 3 pacchetti, ognuno con alcune esclusive. Tuttavia nessun operatore potrà acquistare tutti e tre i pacchetti e di conseguenza trasmettere l’intero campionato di Serie A.
La seconda novità: in TV gli highlights della Serie A potranno essere trasmesse prima sul web che in tv, ma solo dopo le 22  o tre ore dopo il fischio finale delle partite sul digitale.

Con queste condizioni, gli affezionati dovranno dire addio a trasmissioni storiche come 90° minuto che dal 1970 racconta agli italiani il bello del calcio e fa sentire a caldo le voci dei protagonisti.

Dura la replica del CDR della RAI: “lo spezzatino del calendario infligge un grave colpo allo sport della Rai Servizio Pubblico”. In questa maniera saranno colpiti i cittadini” (che pagheranno il canone per vedere stralci di partita forse il giorno dopo).

 

SERVIRANNO DUE ABBONAMENTI PER VEDERE LA SERIE A 

Poiché NESSUNO, fra i broadcast interessati (Sky, Perform, Mediaset, Tim e Italia Way), potrà acquistare tutti i pacchetti, gli utenti che vorranno vedere le dirette di Serie A in tv o sul web,  dovranno attivare almeno due abbonamenti, salvo accordi commerciali fra gli operatori licenziatari.

Le società della massima serie, infatti, hanno dato il via libera per una vendita per prodotto anziché per piattaforma. L’assemblea ha scelto all’unanimità questa strada, in quanto la vendita per prodotto dovrebbe garantire un introito di 300 milioni di euro in più rispetto alla vendita per piattaforma.
Il prezzo minimo che la Lega Serie A vorrebbe ricavare dalla vendita dei diritti è di 1,1 miliardi di euro.

PACCHI E PACCHETTI

I pacchetti non sono più costruiti in base alle squadre, ma alle fasce orarie.

  • chi acquisterà il primo pacchetto avrà 114 match, pari a tre gare per giornata, in altrettante finestre orarie: ore 18 del sabato, ore 15 della domenica e ore 20.30 sempre della domenica (15 minuti in anticipo rispetto alle gare serali della scorsa stagione).
  • Il secondo pacchetto permetterà all’acquirente di trasmettere 152 gare in quattro finestre orarie, in particolare le partite delle 15 di sabato e domenica, il match delle 18 di domenica e il “monday night match” del lunedì.
  • Il terzo pacchetto consentirà di trasmettere 114 gare corrispondenti a tre partite a giornata: la partita delle 20.30 del sabato, quella delle 12.30 di domenica e una di quelle alle 15 sempre di domenica.

PARTITE ‘PICK’ ??
Per complicare le cose, gli assegnatari di alcuni pacchetti potranno esercitare la scelta, Pick, di 20 ‘top match’ fra quelli che si disputano ad agosto, nei turni infrasettimanali, interamente di sabato o domenica in occasione delle festività natalizie o pasquali e nell’ultima giornata di campionato.

TUTTO CON UN SOLO ‘CLICK’ !!!
In ogni modo, qualunque sia la soluzione adottata, pacchetti o non pacchetti,
su IPTVSPECIAL si vedrà TUTTO con un semplice click.
Tante sono le soluzioni. Hai già installato, ad esempio, la nuovissima APP per  iptv? 

Qui ti spighiamo dove trovarla e come installarla

EnjoY 😉

Categorie: Notizie IPTV & SAT