Il filo nascosto. L’ultimo film di un attore immenso

La cornice è quella glamour e scintillante della Londra degli anni Cinquanta.

Il sarto Reynolds Woodcock (Daniel Day-Lewis), scapolo, dirige con sua sorella Cyril (Lesley Manville) la celebre House of Woodcock,il Valentino inglese, inconfondibile marchio di stile e bellezza, richiesto da tutte le donne United Kingdom: reali ed ereditiere, stelle del cinema e debuttanti, socialiste e nobildonne. Gli originali abiti griffati proiettano Woodcock al centro della moda britannica, e consacrano il suo nome come uno dei più conosciuti e ammirati del dopoguerra.

Nonostante fama e successo e la conoscenza dei desideri delle donne, il sarto considera l’amore un privilegio precluso a un artista del suo calibro, e preferisce intrattenersi con donne diverse che gli forniscono la giusta dose di ispirazione e compagnia. Finché non incontra Alma(Vicky Krieps), ragazza ambiziosa e caparbia che riesce come musa e come amante a sconvolgere la sua vita su misura.

ROMANTICISMO? IN REALTA’ E’ UN FILM SUL POTERE

Come già ne “Il petroliere”, in “The Master” e in “Vizio di forma”, Il filo nascosto è un film sul Potere: in questo caso sul potere che, dentro un rapporto di coppia, ogni individuo ha o non ha su un altro individuo. Il filo nascosto è quello che lega le persone che si amano: un filo fatto di passione e (in)sofferenza, di sadismo e di masochismo, di concessioni e rivendicazioni, di conquiste e rinunce.

 

COPPIA CHE VINCE NON SI CAMBIA 

Il filo nascosto è il secondo lungometraggio realizzato dal regista Paul Thomas Anderson e dall’attore Daniel Day-Lewis.
Chi non ricorda il primo grandissimo successo del 2007, Il petroliere? Day-Lewis interpretava il ruolo di Daniel Plainview, che da cercatore d’oro diventa magnate del greggio con mancanza di scrupoli e ruvidità caratteriali: un personaggio emblema di certo capitalismo americano, che all’attore è valso il secondo Oscar della sua carriera, oltre che un Golden Globe

 ATTORE DA OSCAR

Se dovesse vincerlo, per Daniel Day-Lewis sarebbe il 4° Oscar della carriera.
Le probabilità sono alte: Il filo nascosto è candidato a 6 Premi Oscar: Miglior Film, Miglio Attore protagonista (Daniel Day-Lewis), Migliore Attrice non protagonista (Lesley Manville), Regista, Colonna sonora, Costumi.
È rimasta fuori la candidatura come Migliore Attrice protagonista, interpretata da Vicky Krieps, lussemburghese finora sconosciuta ma straordinariamente  all’ altezza di un ‘mostro’ come Daniel Day-Lewis. Se la sarebbe strameritata.

E’ DAVVERO L’ULTIMO FILM PER SEMPRE

Il filo nascosto passerà alla storia come l’ultimo film in cui vedremo Daniel Day-Lewis della nostra vita.
A 60 anni l’attore ha deciso di ritirarsi. Per lui grande interpretare un ruolo non significa recitare, ma diventare  quel personaggio. Per questo i critici lo hanno definito “il più grande ladro di vite del cinema contemporaneo” .

In questi decenni l’attore irlandese ci ha viziato con interpretazioni magistrali

 

L’ULTIMO DEI MOHICANI (The Last of the Mohicans)

film del 1992 diretto da Michael Mann.

1757, Nord America: durante la guerra detta Guerra franco-indiana tra i francesi e gli inglesi per il possesso delle colonie del Nord America (il teatro americano della Guerra dei sette anni) si svolgono le vicende di una famiglia di indiani d’America composta da Chingachgook, suo figlio Uncas e il bianco Nathan, detto Occhio di Falco; quest’ultimo era stato adottato da Chingachgook in quanto orfano dei genitori inglesi.

 

 

GANGS OF NEW YORK

film del 2002 diretto da Martin Scorsese.

Nel 1846, il degradato quartiere dei Five Points a New York è teatro di violente competizioni tra bande criminali che intendono assicurarsi il dominio del territorio: l’ultima di queste vede i discriminati irlandesi e cattolici”Conigli Morti”, guidati da Padre Vallon, opporsi ai protestanti e nazionalisti “Nativi”, capeggiati dal temibile William “Bill” Cutting, detto “il Macellaio“(Daniel Day-Lewis)  a causa della sua professione.
Durante la sanguinosa battaglia, Bill riesce a sconfiggere ed uccidere il rivale, ponendo fine alla guerra e sancendo la definitiva supremazia dei Nativi nel quartiere. Tuttavia, in segno di rispetto verso l’odiato ma stimato avversario, Bill risparmia il figlio di Vallon, il piccolo Amsterdam, e lo manda in riformatorio

Raggiunta la maggiore età, Amsterdam (Leonardo DiCaprio) fa ritorno nel quartiere con l’intenzione di vendicarsi di Bill, diventato capo indiscusso della malavita nei Five Points.

 

LINCOLN 

film del 2012 diretto da Steven Spielberg.
La pellicola racconta gli ultimi mesi di vita di Abraham Lincoln,

Curiosità:

Liam Neeson firmò per essere il protagonista del film appena il progetto fu avviato nel 2005, ma in seguito, in accordo con regista e casa di produzione, lo stesso Neeson lasciò il ruolo perché troppo vecchio per interpretare Abramo Lincoln e nel novembre del 2010 fu scelto definitivamente Daniel Day-Lewis. Quest’ultimo aveva già recitato in un film ambientato durante la Guerra Civile, quel Gangs of New York nel quale aveva interpretato William “Bill il Macellaio” Cutting, un newyorchese realmente esistito ma di idee e sentimenti opposti a quelli di Lincoln.
Fatto curioso è che in Gangs of New York prese parte, seppure in una parte minore, proprio Liam Neeson, che condivide una scena di centrale importanza proprio con Day-Lewis.

D’ora in avanti Daniel Day-Lewis farà solo il produttore.

Buona visione su IPTVSpecial-CINEMA
Categorie: Notizie IPTV & SAT